Il porno delle rovine

Potremmo parlare dei film porno girati in mezzo rovine, potremmo farlo perché è un argomento interessante, l’umanità si prodiga nel produrre molto porno e molte rovine. Invece parleremo della fotografia porno il cui soggetto sono le rovine, non i corpi e le performance di attori in carne ed ossa, la così detta “ruin porn photography”. Parleremo anche di esplorazioni. L’esplorazione nasce insieme all’uomo, quantomeno perché è l’uomo ad avergli attribuito un nome; impossibile definire un quando. Esplorare è l’atto di visitare luoghi sconosciuti, si fa per motivi di interesse o per semplice curiosità. L’urban exploration (Esplorazione urbana), anche nota come urbex, è una forma di esplorazione peculiare, che ha come oggetto edifici o strutture abbandonate in epoca relativamente recente come ad esempio ospedali, fabbriche, residenze, hotel, miniere, metropolitane, palazzi pubblici e chi più ne ha più ne metta. Insomma tutto ciò che è stato costruito dall’uomo, che in un passato recente ha avuto importanza per una determinata comunità e che versa in stato di abbandono e degrado. Non valgono i ruderi dell’impero romano o lo Stonehenge per intenderci…

L’urban exploration ha pure una simbolica data di nascita:

le sue origini vengono fatte risalire al 3 novembre 1793, quando un leggendario “esploratore” delle catacombe di Parigi, Philibert Aspairt, divenne celebre per la sua morte prematura in quella vasta rete di gallerie.

Io e mia moglie pratichiamo questa attività. La troviamo interessante ed appagante per diversi motivi. C’è il brivido del proibito e del pericolo, la maggior parte delle volte sono luoghi in cui non è consentito entrare, pericolanti, dove si possono trovare cocci di vetro, muffe, sostanze nocive di ogni genere, escrementi di animali, animali morti, inquilini umani vivi e vegeti che ti accoltellerebbero per 10 euro o che a volte sono più rispettosi di noi. C’è l’aspetto storico, sociologico e culturale. Ogni volta che visitiamo uno di questi luoghi ci interroghiamo sul quando è stato costruito, quale era la sua funzione, cosa significava per le persone che lo abitavano e per la sua comunità. C’è la passione per la fotografia ruin porn, che si nutre di questi luoghi catturandone l’essenza. Capita anche che ci siano opere di wrtiting veramente notevoli. Perché ruin porn? Bhe la parola ruin significa rovine e ci stà, la parola porn per come l’ho capita io viene usata nelle sue accezioni di osceno, indecente, sporco ed esplicito. Così ci sta. 

Sotto le foto di alcuni importanti fotografi che si sono cimentati nel genere, Camilo Josè Vergara, Simon Norfolk, Elger Esser. 

3294952615_fe192e674b_o9797237313_7c580b42f4_belger_esserElger-Esser-Helensburgh-2015"Afghanistan:chronotopia"Eagle at Westchester Ave., Bronx 1970

Stiamo vivendo un nuovo Decadentismo. Come già accaduto a cavallo tra l’800 e il 900, quando l’umanità usciva dal Positivismo per entrare in una fase recessiva, anche oggi la festa è finita e ci tocca fare le pulizie. Ritorna l’aspetto evocativo e simbolico dell’arte in cui non conta il soggetto in se quanto le emozioni che esso suscita. L’architettura e il design (eccezione fatta per ciò che è destinato ai ricchi amanti dello sfarzo) gridano “less is more”, San Francesco ringrazia e il Cardinal Bergoglio prende il suo nome. Le menti illuminate hanno capito che non c’è più niente da buttare via e promuovono la cultura della responsabilità e della parsimonia.

Sotto alcune immagini di interni in stile industriale e la foto di una ragazza molto magra, troppo magra, perché ovviamente si può esagerare anche nella direzione contraria. 

Roberto Scaglioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...